Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Anniversario della Fondazione di San Marino’

2 -3- 4 Settembre 2010 Grande festa nella Repubblica di  San Marino per ricordare la fondazione di questa piccola ma antica Repubblica e il suo Patrono Santo Marino.

Un programma intenso per  3 giorni con la partecipazione di Enrico Ruggeri che eseguirà, con il gruppo spalla de “I sei ottavi”, il concerto con il suo “All in” tour 2009 alle 21.15 al parcheggio 2.

Festa Nazionale il 3 Settembre con Messa solenne celebrata in Basilica, dopodichè verrà portata in processione passando per le contrade del centro storico la Reliquia del Santo Fondatore.

Nel pomeriggio nella Cava dei Balestrieri si disputerà il “Palio delle Balestre Grandi”, seguiranno gli spettacolari Giochi di Bandiere. La Banda militare eseguirà un concerto nel Piazzale dello Stradone, chiuderanno la serata una tombolata ed uno spettacolo pirotecnico che illuminerà il suggestivo scenario notturno del Monte Titano.

Sabato 4, sempre in Piazzale Giangi, il  Forum dei Giovani proporrà dalle ore 15 alle 19.00  “Castelli senza frontiere”, una divertente sfida a squadre  tra i  9 Castelli della Repubblica che si misureranno in prove di abilità, cultura e sport.

Dalle ore 20.30  avrà inizio la Prima edizione del Forum Live festival, 4 band (Mash Quintet, Out Laws, Slurm McKenzie e Out Min Rich) si alterneranno sul palco  cantando e suonando live canzoni che hanno fatto la storia della musica.

Al termine della serata un fantastico DJ set.

Per informazioni: Ufficio Attività Sociali e Culturali. Telefono 0549 882452 883056

Per chi non conoscesse la Leggenda di San Marino, ecco qui alcune righe.

Nelll’anno 257 d.C. venne emanato dall’imperatore Diocleziano un editto per la ricostruzione delle mura di Rimini, distrutte da Demonstene, re dei Liburni. Tra i tagliatori di pietra e gli  incisori chiamati da tutta Europa, due, giunti dalla Dalmazia (esattamente dall’isola di Arbe, antica colonia illirica ed ora isola Croata) sarebbero divenuti San Marino e San Leo

Non si sa bene se cercassero  lavoro o fuggissero dalle persecuzioni a carattere religioso, fatto è che approdando in territorio riminese vennero  inviati sul Monte Titano per estrarre e lavorare vari tipi di roccia. Qui vi rimasero  ben tre anni.

In seguito i due compagni decisero di dividersi: Leo si fermò sul Monte Feliciano (detto anche Monte Feretrio o Feltro),  scavandosi una celletta nella roccia, e costruendo con i compagni di viaggio e di vita un piccolo oratorio in onore di Dio. L’insediamento con il passare del tempo divenne il paese di San Leo.

Marino scelse invece di ritornare a Rimini e vi rimase 12 anni e 3 mesi.

In questo tempo continuò a professare la parola del Signore e a condurre una vita di penitenza. In seguito si ritirò sul Monte Titano dove fondò una piccola comunità di cristiani. Del  periodo trascorso sul Monte Titano da Marino si raccontano grandi prodigi, come la guarigione di una peccatrice dalmata posseduta dal demonio (infastidito dalla santità di Marino), che cercava di circuirlo affermando di esserne la legittima moglie o l’addomesticamento di un orso.

Il momento più importante però fu l’incontro con Verissimo figlio della nobile donna e vedova Felicissima (o Felicità), proprietaria del terreno su cui sorgeva il Monte. Verissimo contestava la residenza di Marino nelle sue terre, e quest’ultimo, presagendo le minacciose intenzioni del ragazzo, pregò la Provvidenza perchè lo aiutasse. Accadde che  proprio in quell’istante Verissimo cadde a terra con braccia e gambe paralizzate. La madre disperata si precipitò dal Santo per chiedergli perdono e offrirgli tutto quanto desiderasse. Il Santo rispose che per se non desiderava nulla, quanto piuttosto la loro conversione e il loro battesimo oltre ad un terreno dove trovare il giusto riposo. Felicissima acconsentì e come ringraziamento offrì in dono il Monte Titano a Marino e alla sua discendenza: Verissimo guarì e tutta la famiglia si convertì al cristianesimo (ben 53 persone!).

Marino, ordinato anche diacono dal vescovo di Rimini, continuò la sua vita di preghiera e ritirò e  il 3 settembre di un anno sconosciuto (forse il 366), morì.

Tale giorno viene solennemente ricordato nella Repubblica di San Marino a soli 15 km da Rimini.

A Seravalle ricordiamo per soggiornare con prezzo modico  Hotel Ristorante Anna Via Cinque Febbraio, 139 – per informazioni chiamare lo 0549-900642 http://www.ristorantehotelanna.com

Read Full Post »