Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Entroterra Romagnolo’ Category

Tonino Guerra

Tonino Guerra 94

Si tratta del ciclo di eventi organizzati per celebrare il grande poeta in occasione del novantaquatraesimo anniversario della sua nascita. Il disegno è stato realizzato da Federico Fellini , in forma di schizzo, l’originale fa parte di un trittico che si trova nel museo Tonino.  Guerra.

Due città celebrano Tonino Guerra

A pensabili si trova la associazione culturale Tonino guerra mentre a santa angelo di romagna si trova il museo Tonino guerra.

 

Casa dei mandorli

la roccia del poeta

 

il sogno del albero dell’acqua

viaggio lungo il Marecchia l’Albero dell’acqua.

 

F il sceneggiati da Tonino Guerra: la Notte di San L oriento, L’avventura, T empo di viaggio, MAtriminio all’italiana, E la nave va.

Annunci

Read Full Post »

Il 27 febbraio 2014 sarà una data di quelle che i cittadini di San Leo non dimenticheranno mai. La rupe sulla quale si erge la fortezza leontina, ideata da Francesco di Giorgio Martina era crollata in parte.

Nella Valle del fiume Marecchia si sono recati subito gli uomini della Protezione Civile che hanno consigliato l’immediato sgombero delle abitazioni adiacenti alla frana, lungo via Michele Rosa, dell’asilo nido, e della nuova caserma dei carabinieri.

crollo_rupe__newsrimini_

Se ci si reca a San Leo si vedono chiaramente le strisciate di roccia bianca dove la montagna ha ceduto per circa 450.000 mc., su un fronte di circa 150 metri. Al momento sono in corso tante piccolissime frane di assestamento.

Il crollo è probabilmente dovuto ai tanti piccoli fossi attraverso i quali l’acqua piovana entra nella roccia usurandola e alle abbondanti nevicate degli ultimi anni.

Read Full Post »

Marco ed io ci siamo recati al Mercatino “Il paese del Natale” a Sant’Agata Feltria (provincia Pesaro-Urbino) in occasione del Natale 2010, dopo aver visitato i presepi ed assaggiato le specialità locali, nel corso di una passeggiata per il paese, la nostra attenzione è stata attirata da un piccolissimo teatro realizzato interamente in legno: il Teatro Angelo Mariani.

 

Il teatro è stato realizzato in una sala di un edificio pubblico, chiamato il “Palazzone”, voluto da Orazio Fregoso, pronipote dei conti del Rettorato di Sant’Agata Feltria, destinata a recite e rappresentazioni teatrali della gioventù santagatese. Solo nel 1690 però si è iniziato ad utilizzare il termine “teatro” per indicare tale sala.

 

Originariamente il teatro era costituito solo dal pacoscenico e dalla platea ove erano allineate file di panche di legno, il tutto era stato realizzato con un finanziamento della Società Condomini di Sant’Agata Feltria. Nel 1743 il mastro Giovanni Venturi, sempre su incarico di tale Società iniziò la costruzione dei primi 26 palchetti. Dieci anni dopo furono ultimati i lavori di costruzioni del terzo ordine.

 

Il sipario e le scene (fondali) furono realizzati dal noto scenografo faentino Romolo Liverani. Si possono ammirare un panorama (sipario) in cui è riprodotta una veduta panoramica di S. Agata Feltria, con la Rocca che fu prima dei Malatesta, poi dei Montefeltro ed infine dei Fregoso, una cucina rustica, una visione notturna di castello, una piazza con campanile, un corridioio con colonnato. Si può vedere anche il campanile quadrangolare crollato nel 1865 e ricostruito con forma circolare dall’architetto Botticelli Santi.

 

Nel 1986 la Società Condomini cedette gratuitamente la proprietà del Teatro al Comune di Sant’Agata Feltria, dal 2010 il teatro è gestito dal Comitato per la Salvaguardia e il Decoro dei Beni Storici e Culturali di Sant’ Agata Feltria in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

 

Il teatro originariamente realizzato per tutta la popolazione fu in seguito destinato ad un pubblico raffinato e colto ed utilizzato prevalentemente dalla nuova borghesi santagatese. Nel 1838 fu fondata l’”Accademia Filarmonica” costituita da giovani dilettanti, a dirigerla fu chiamato Angelo Mariani, un giovane maestro di musica ravennate che ben presto si affermò nei massimi teatri nazionali ed europei. A lui fu intitolato il teatro che fu restaurato nel 1871 ed inaugurato nel 1872, il 1° settembre. Dal 14 settembre 2002 dopo anni di nuovi restauri che lo hanno riportato all’originario splendore il Teatro Angelo Mariani ha rispeto le sue porte al pubblico.

 

Questo teatro è legato anche ad un particolare evento: nel 1992 Vittorio Gassman lo scelse per recitare e registrare per la RAI la “Divina Commedia”. Il teatro sebbene chiuso da tempo, gli era apparso ricco di una magica atmosfera degna dei versi immortali del grande poeta Dante Alighieri.  

 

 

 

Read Full Post »

Eventi 3000 presenta:

VII Festival del gusto

XXVIII Fiera degli Antichi Sapori di mare e di terra

VIII Festival dell’Artigianato e dei sapori

 

Festival del gusto – VII Edizione

Degustazione di vino e prodotti tipici romagnoli.  Dibattito: “Promuovere il sistema fieristico e del turismo enogastronomico nel territorio e per il territorio. Grande festa di Carnevale con musica, animazione e clown per i più piccoli.

25-26-27 Febbraio 2011 – dalle ore 9.00 alle ore 20.00

CENTRO CONGRESSI – PALACE HOTEL -SERRAVALLE – RSM

Ingresso gratuito

 

XXVIII Fiera degli Antichi Sapori di mare e di terra

22-23-24-25 Aprile 2011

Cattolica – Rimini Piazza 1° Maggio, lungomare Rasi Spinelli

Grande manifestazione con partecipazione di aziende che operano nel settore dell’enogastronomia e dell’artigianato provenienti da tutto il territorio nazionale. Vendita di prodotti tipici e assaggi gratuiti.

 

VIII Festival dell’Artigianato e dei sapori

17 – 18 – 19 Giugno 2011

Savignano sul Rubicone (FC) Piazza Borghesi – Corso Vendemmini – Via Cesare Battisti

Esposizione e vendita di prodotti dell’artigianato locale. Vendita di prodotti enogastronomico e mescita di vini tipici locali.

Read Full Post »

Parchi naturali

CerviAvventura – Parco Naturale di Cervia

Via Forlanini (ingresso Parco Naturale)

Milano Marittima – Ravenna

Tutti gli amanti della natura possono provare il brivido di essere sospesi tra terra e cielo grazie ai millenari pini della pineta di Cervia. I percorsi aere hanno piattaforme di diverse altezze, i percorsi verdi sono previsti per bambini e per adulti.

 

Centro Visite Salina di Cervia

Via Bova n.61

Cervia – Ravenna

La Salina di Cervia si trova nella porta sud del Parco Regionale del Delta del Po. Riconosciuta dalla Convenzione di Ramsar quale Zona Umida di importanza internazionale, è un luogo di valore naturalistico e paesaggistico unico al mondo per la presenza di rari esemplari di uccelli come Fenicotteri e  Cavalieri d’Italia.

 

Rocca di Riolo

Museo del paesaggio dell’Appennino faentino

Piazza Mazzanti

Riolo Terme – Ravenna

In una incantevole Rocca trecentesca si trova il Museo del paesaggio dell’Appennino faentino. Qui si possono ammirare reperti ritrovati nelle aree archeologiche di Riolo Terme del periodo preistorico e dell’età medievale e grazie alla ricostruzione di percorsi dedicati all’evoluzione del territorio si può ricostruire la storia del luogo dal punto di vista storico, archeologico e ambientale. Un particolare allestimento è dedicato a Caterina Sforza la leonessa delle Romane.

 

Idro – Ecomuseo delle Acque di Ridracoli

Borgo di Ridracoli

Bagno di Romagna – Forlì-Cesena

All’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi nel suggestivo scenario della diga di Ridracoli si trova l’ecomuseo IDRO il luogo ideale per scoprire l’importanza dell’acqua e del Parco nella vita dell’uomo. I servizi offerti sono molteplici: visite guidate al museo, attività educative per scuole e bambini, escursioni in battello elettrico, trekking lungo i sentieri del parco, sport estivi come la pesca sportiva e il noleggio canoe, soggiorni presso le case di Ridracoli o il campeggio sostenibile.

Read Full Post »

Il Parco è stato istituito nel 1994, ha una superficie di 4.991 ha e comprende i comuni di Carpegna, Frontino, Montecopiolo, Pennabilli, Pian di Meleto e Pietrarubbia e le province di Pesaro-Urbino e Rimini.

Il Parco si raggiunge in auto dall’Autostrada A14: uscita Pesaro, poi SS 423 Montecchio, Pietrarubbia, oppure uscita Rimini Nord, poi SS9 e SR 258 Santarcangelo di Romagna – Ponte Messa – Pennabilli – Carpegna, dalla Strada statale E45: uscita San Giustino poi SS 73 bis sino a S.Angelo in Vado – SP Pian di Meleto – Frontino – Carpegna, oppure uscita San Sepolcro poi SR 258 Marecchiese – Pennabilli – Carpegna. In treno con la linea Milano-Ancona o in autobus con le linee Rimini-Carpegna e Pesaro-Carpegna.

Il Parco si trova nei bacini di tre fiumi: il fiume Foglia, Conca e Marecchia, in una zona ricca di testimonianze storiche, artistiche e architettoniche, compresa tra Montefeltro, Marche, Toscana e Romagna. Nel parco si trova il Monte Carpegna (mt.1415 s.l.m.), è ricco di boschi con prati-pascolo seminaturali e i rilievi del Sasso di Simone  (mt.1204 s.l.m.) e del Simoncello (mt.1220 s.l.m.). Qui sono visibili i resti dell’abbazia benedettina del XII sec. e della città medicea del XVII sec. Nel paesaggio si alternano rilievi rocciosi e dolci colline con boschi e aree coltivate, con torrenti e calanche, il tutto contrappuntato dalle antiche pievi, abbazie e conventi di cui è ricco il Montefeltro.

Read Full Post »

(continua percorsi)

Pilato – Infernaccio (Marche) – Dal lago di Pilato alla gola dell’Infernaccio si trova una rete di sentieri per piacevoli passeggiate in cerca di paladini e sibille tra i Monti Sibillini.

Eremi della Majella (Abruzzo)  – I monti della Majella sono stati meta di pastori ed eremiti, fra questi si ricorda Pietro Angeleri divenuto nel 1294 Papa Celestino V.

Gole del Fiastrone (Marche) – Monti Sibillini – Il lago di Piastra è stato realizzato grazie allo sbarramento del fiume con una diga sul fiume Piastrone.

Cilento e Pollino (Campania e Basilicata) – Nei monti del Parco del Cilento si può passeggiare in boschi di castagni o nei freschi inghiottitoi appenninici che sono innevati anche in agosto, si possono ammirare gli antichi siti archeologici alla scoperta dell’antica Grecia e fare il bagno nei freschi fiumi, ed escursioni nelle grotte. Il Parco del Pollino è il parco naturale più esteso d’Italia, sui Piani si possono ammirare i pini loricati, veri e propri fossili.

Sasso Simone (Marche) – La città del sole si trova su sassi che emergono da fitti boschi di cerri. La città era stata realizzata dai Medici di Firenze.

Gran Sasso (Abruzzo) – Il paesaggio è dominato da altopiani e praterie sconfinate disseminate di antichi borghi medioevali. Si può ammirare l’imponente montagna del Corno Grande (mt.2912).

Ridracoli (Romagna) – Nel bosco che circonda il lago di Ridracoli si può camminare in assoluta tranquillità a contatto con la natura.

Valle Orsigna (Toscana) – Nel Lago di Suviana a Orsigna ci si sente vicini a Tiziano Terzani, scrittore e viaggiatore, che considerava la valle Orsigna suo vero e unico amore.

Parco Nazionale d’Abruzzo (Abruzzo) – Tra i monti della Meta si possono ammirare nel loro ambiente naturale i cervi e i camosci e si può camminare fino al cuore incontaminato delle faggete.

Monte Fumaiolo (Romagna) – Trekking fino all’eremo di Sant’Alberico.

Gargano (Puglia) – Trekking attraverso la lussureggiante foresta umbra ricca di alberi ad alto fusto.

Assisi e Spello (Umbria) – Il sentiero che collega Spello ad Assisi attraversa il Monte Subasio. Questo ambiente incontaminato ha ispirato il “cantico delle creature” di San Francesco.

Cinque Terre (Liguria) – Dall’Umbria alla Liguria per percorrere il sentiero dell’amore, che unisce le cinque terre, attraverso i terrazzamenti coltivati a vigneti ed ulivi.

Frasassi (Marche) – Il fiume Sentino, nel corso dei millenni, ha scavato e modellato rocce e dirupi dando origine ad affascinanti fenomeni carsici.

Pitigliano – Via Cave (Toscana) – Nel cuore dell’Etruria si possono percorrere sentieri scavati nelle rocce di tufo camminando in corridoi racchiusi tra rocce alte fino a 20 metri.

San Leo (Romagna) – Si ripercorre il camino percorso da San Francesco nell’anno 1200 per raggiungere la rocca di San Leo.

Il Sentiero degli Dei – Otto giorni nella costiera amalfitana e nella penisola sorrentina, tra paesaggi lussureggianti e montagne selvagge alte fino a 1440 mt.. Grandi le attrazioni naturalistiche, culturali e storiche. Il Sentiero degli Dei collega i paesi di Postano, Amalfi, Sorrento. Si può fare trekking in riva al mare e nelle riserve naturali. Escursioni sull’isola di Capri e sul Vesuvio. Dal 26 dicembre 2010 al 2 gennaio 2011.

Trekking con le ciaspole nel mesi di dicembre-gennaio-febbraio 2011.

 

Read Full Post »

Older Posts »