Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 7 febbraio 2013

Un intero mese, Novembre, è dedicato al culto della buona cucina romagnola attraverso quattro saghe rinomate in tutta la romagna:

– Le delizie del Porcello

Durante la festa si rivive l’antico rito dell’uccisione del maiale e la  lavorazione della sua della carne da parte di abili norcini. Del maiale si utilizza tutto, i prodotti possono essere consumati subito e conservati per l’inverno grazie alla essicazione e alla salatura. Durante la festa si possono gustare i ciccioli, lavorati come una volta in capaci paioli direttamente sul fuoco, la profumata coppa di testa, il delicato e raffinato prosciutto , la piccante porchetta e il dolce migliaccio.

– La Sagra della Pera Volpina e del Formaggio Stagionato

La pera volpina, piccola e dura, è un prodotto tipico delle colline romagnole. Questo frutto tondo può essere consumato cotto al forno oppure in acqua e vino. E’ un tipico frutto autunnale e può essere consumato in compagnia di castagne e maroni. Durante la festa saranno venduti nelle bancarelle altri frutti, da tempo lontani dalle nostre tavole: le sorbe, le giuggiole, le nespole, le melagrane, le pere more e suspione. Non mancano naturalmente tanti prodotti tipici del territorio come miele, marmellate e formaggio stagionato.

– Sua Maestà il Tartufo

– La Sagra dell’Ulivo

Annunci

Read Full Post »