Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 18 marzo 2011

Longiano è un piccolo comune Romagnolo che si trova fra Cesena e Rimini. Si possono ammirare un Castello del 1059, la Chiesa Parrocchiale “Colleggiata S. Cristoforo” e il Teatro “E. Petrella”. In particolare però i devoti si recano a Longiano per l’immagine miracolosa del SS.mo Crocifisso, venerata nel Santuario Omonimo e custodita dai Frati Minori Conventuali.

 

Il Santuario

La chiesa originaria probabilmente di stile gotico ed impreziosita di pitture del ‘300 della Scuola riminese, si può ammirare un frammento di “Madonna con Bambino”,  a causa del cedimento del terreno fu demolita. Nel 1764 monsignor Francesco Manzi consacrò l’attuale costruzione di stile neoclassico realizzata dall’arch. Pietro Borboni. I capitelli e i cartigli furono realizzati da Antonio Trentanove. Nel 1828 la chiesa fu elevata a Santuario. Durante il devastante bombardamento del 7 ottobre 1944 coro, nicchia, altare, decorazioni e affreschi furono distrutti e solo grazie al restauro del 1965 che il Santuario potè risorgere all’antico splendore.

 

La miracolosa immagine del SS. Crocifisso

L’immagine del Crocifisso è di scuola giuntesca, è dipinta su tela applicata a tavola del sec. XIII. I devoti venerano il crocifisso per un fatto prodigioso avvenuto il 6 maggio 1493 quando una vitella donata ai Frati nel passare davanti alla Sacra Immagine s’inginocchiò reverente e si alzò solo dopo la benedizione del Padre Superiore. Fu così che si acclamò Gesù Crocifisso e fu effettuata la prima processione per le vie del paese. L’immagine accuratamente restaurata è conservata in una nicchia realizzata su disegno del prof. Gildo Atti di Bologna (1965). L’associazione l’Arciconfraternita del SS.mo Crocifisso, sorta nel 1705, ha la funzione di promuovere il culto di Gesù Crocifisso, il suo membro più illustre è il Sommo Pontefici S. Pio X.

 

Il Santuario è stato arricchito da una gradinata marmorea che porta fino al Crocifisso miracoloso, da un coro in Noce e un grande organo, dalla Mensa e Tabernacolo secondo le disposizioni della riforma liturgica.

Read Full Post »