Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 13 giugno 2009

L’antico borgo di Gradara

Il Borgo di Gradara può essere definito “la capitale del medioevo” e della Signoria dei Malatesta. Si trova ad una altitudine di 142 metri s.l.m. e dista dal Mare Adriatico, che si riesce ad ammirare dalle alte torri del suo maniero, solo 3 Km,  è lontano 77 Km da Ancona, 16 Km da Pesaro, 31 Km da Urbino, 30 Km da Rimini. Si suddivide nelle frazioni di S. Stefano, Fanano, Granarola e Pieve Vecchia.

L'ingresso al borgo di Gradara

L'ingresso al borgo di Gradara

Le cose da visitare nel Borgo e nella Rocca sono tante:

  • il Museo Nazionale della Rocca che ripercorre la storia delle signorie proprietarie del castello e la storia d’amore di Paolo e Francesca;
  • i Camminamenti di Ronda (percorso panoramico) che consentono di percorrere tutte le mura di Gradara, lunghe ben 550 metri, intercalate da 14 torri quadrate a gola interna. Dall’alto delle torri si può ammirare lo splendido paesaggio dell’entroterra romagnolo, il Monte Titano ed il Montefeltro, e una lunga striscia di costa romagnola che va da Gabicce Mare a Rimini;
  • il Museo Storico con le sue grotte medioevali; 
  • il Palazzo Rubini Vesin, una delle più prestigiose sedi di mostre temporanee di importanza nazionale nel territorio della Provincia di Pesaro e Urbino.

E’ qui che sono tragicamente morti i due disperati amanti, cantati da tutti i poeti: Francesca da Polenta e Paolo Malatesta. Francesca fu sedotta dal cognato Paolo Malatesta raffinato e di bel aspetto, ben diverso dal marito che era un rude e brutale soldato, e se ne innamorò perdutamente. Purtroppo la passione amorosa trascinò entrambi verso una crudele morte. Il marito di Francesca, Giovanni Malatesta soprannominato Gianciotto (lo sciancato), li ucciderà entrambi proprio nel Castello di Gradara.  Sarà proprio Francesca a raccontare a Dante Alighieri del suo eterno amore per Paolo quando il poeta li incontra nel girone dei lussuriosi all’Inferno.  Il loro amore fu cantato anche da Petrarca, Boccaccio e D’Annunzio.

Read Full Post »