Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 27 gennaio 2009

Il bosco

Passeggiando per i boschi che come tante macchie verdi caratterizzano l’entroterra romagnolo si può ammirare una varietà incredibile di alberi, di arbusti e di piante. Il bosco di Roverella prevale nelle aree rivolte verso sud, con le piante di Orniello, gli arbusti di Coronilla e di Citiso nel sottobosco. La flora erbacea è rappresentata dall’Asparago, dalla Clematide, dal Geranio, dalla Rubia, dalla Rosa e dalla Ginestra. Sono piante robuste che ben riescono ad adattarsi a terreni poveri e degradati, con scarsa acqua.

Nelle zone con una maggiore disponibilità di acqua  si trovano il Carpino nero, l’Orniello, l’Acero. Gli arbusti sono costituiti prevalentemente dal Nocciolo, dal Sanguinello e dalla Lonicera. Molto belle in primavera quando fioriscono sono l’Epatica, la Primula e l’Anemone. Lungo i fossi e i rivi prevale il saliceto arbustivo con Salix eleagnos, il Salice bianco, il Pioppo bianco, il Pioppo nero, l’Ontano e altre specie arbustive.

Lungo i margini di strade e di campi, in quei terreni dove si depositano i rifiuti che portano ad un accumulo di sostanze organiche, crescono la Robinia, l’Ailanto e il Sambuco. Molte zone sono state rimboscate usanto piante di varie specie come il Pino e il Cipresso. In altre zone dell’entroterra romagnolo si stanno sostituendo alle piantagioni piante tipiche del bosco al fine di valorizzare l’ambiente naturale.

Read Full Post »